MANGIALIBRI recensisce ANIMALI IN FAMIGLIA (E FUORI)


 

mangialibri_logo

Animali in famiglia (e fuori)

Versione adatta alla stampaSend by emailPDF version Share this

tre
Animali in famiglia (e fuori)

In una società come quella umana, in continua trasformazione, ciò che cambia non sono solo le consuetudini sociali e gli aspetti culturali, gli apparati normativi e i modi di vivere, ciò che cambia è anche il rapporto dell’uomo con le altre specie considerate domestiche, quelle con le quali cioè si è verificata una condivisione evolutiva. Cani, gatti, conigli, uccelli sempre più spesso coabitano in ambienti urbanizzati, trovano posto in abitazioni e condomini e altrettanto spesso sono oggetto inconsapevole di diatribe e discussioni che non raramente finiscono nelle aule di tribunale. Del resto sono numerosi i quesiti che possiamo porci nei confronti della convivenza con i cosiddetti animali da compagnia. Quali sono ad esempio i principali obblighi di legge da rispettare per la tutela degli animali? Come ci si deve comportare in caso di ritrovamento di un cane o un gatto abbandonato o presunto tale? Numerosissimi sono i quesiti a cui questa breve guida cerca di trovare una risposta. Lo fa con la competenza di Mario Riccardo Oliviero, che nella sua carriera di giornalista giuridico si è spesso occupato di tematiche legate agli animali.  Attraverso l’analisi di quelli che sono gli obblighi di legge e i doveri di chi sceglie di condividere spazio e tempo con un animale, passando per i diritti che gli animali hanno conseguito nella società degli uomini, questo manuale diventa uno strumento di conoscenza preziosa per apprendere nozioni che consentano sia di rispettare gli altri che di far rispettare i propri diritti e quelli delle altre specie. Il libro è scritto in modo facilmente comprensibile nella forma di domande e risposte, il che rende la consultazione rapida e accessibile, anche per soddisfare velocemente una curiosità.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>