Informazioni per vivere il presente

TORNA LA TRUFFA DEL BUONO IKEA

Come qualcosa di irrinunciabile torna periodicamente la truffa del Buono IKEA. In questo caso i criminali informatici hanno pensato bene di far leva sulla fine dell’emergenza sanitaria immaginando che l’azienda svedese potesse regalare un buono da €250 per brindare alla riapertura.   

Clicca il pulsante che preferisci per condividere l’articolo sui Social Network

Aprite sempre gli occhi! E valutate con attenzione la fonte delle informazioni. Ma soprattutto analizzate bene il suo contenuto. Una azienda che per tutto il periodo dell’emergenza sanitaria, a differenza dei propri competitor, ha tenuto alte le spese di spedizione non interessata a stimolare le vendite online, può mai adesso regalare €250 a famiglia!

Come funziona la truffa

Il meccanismo della truffa è quello oleato dello smishing* già utilizzato in casi analoghi. Sul vostro smartphone viene recapitata una gift card virtuale di IKEA del valore di ben €250! Cliccando sul buono che contiene un link interno, l’utente viene indirizzato su un sito che all’inizio sembra proprio quello ufficiale dell’azienda che vende mobili da montare. In realtà l’utente finisce su un sito allestito dai criminali informatici. Una volta dentro viene invitato a compilare un breve form con i propri dati, inclusi quelli della carta di credito, per poter ottenere il buono sconto. Ma pensate! I possessori di una Family Card IKEA perché dovrebbero riportare nuovamente tutti i propri dati. Nel caso il buono fosse davvero erogato da IKEA basterebbe inserire il numero della propria Family Card. E il primo passo per chi non l’avesse sarebbe proprio quello di iscriversi per ottenere la carta vantaggi senza comunicare i dati della propria carta di credito.

In alcune di queste comunicazione può addirittura essere richiesto un piccolo contributo per poter ricevere il buono!

Una doppia contraddizione in termini commerciali! Come azienda ti regalo un buono da 250 euro se mi versi €2? Ma è evidente che è del tutto illogico!

Quando in Internet capitate in questi meccanismi pensate sempre quale sia il fine di tutto quello che vi viene richiesto. A volte basta anche solo un semplicissimo dubbio per evitare di cascare in una truffa.

E comunque, come spesso ricordano i garanti della sicurezza informatica non bisogna

MAI intraprendete azioni che vengano proposte da comunicazioni ricevute spontaneamente senza che siano state espressamente richieste dall’utente

Come può capitare, ad esempio, durante la fase di registrazione ad un servizio aziendale.

E comunque per gli acquisti online utilizzate sempre e solo carte prepagate, meglio se virtuali. E se il sito non vi convince pienamente meglio utilizzare una carta prepagata usa e getta che potete utilizzare una sola volta, caricata esattamente per il valore del bene servizio che volete acquistare.

*Smishing è un neologismo che nasce dalla contrazione delle parole SMS Phishing. A differenza dei pc e dei laptop attacca smartphone e telefonini, solitamente con comunicazioni urgenti che ti spingono a svolgere una attività nel più breve tempo possibile per non perdere una occasione.

Per rimanere aggiornato sulle nuove truffe & inganni visita il sito

Per tutelare i tuoi diritti economici consulta la pagina dedicata che puoi seguire anche su




loading…


Assinews