Informazioni per vivere il presente

RESPONSABILE ANCHE CON CONCAUSA NATURALE

Il responsabile di un atto illecito risponde per l’intero, anche in caso di coesistenza di concause naturali. Lo ha stabilito l’ordinanza n. 13864 emessa il 6 luglio 2020, dalla terza sezione civile della Corte di Cassazione pronunciandosi sul concorso tra causalità umana e concausa naturale.

Clicca il pulsante che preferisci per condividere l’articolo sui Social Network

La pronuncia

Richiamando i principi di diritto più volte affermati dalla stessa Corte, gli Ermellini hanno affermato che: «In caso di concorso tra causalità umana e causalità naturale, si esclude che si possa dar luogo ad una riduzione proporzionale di responsabilità, e quindi conducono ad affermare che, in caso di concorso tra causalità umana e concausa naturale, il responsabile dell’illecito risponde per l’intero poiché una comparazione del grado di incidenza eziologica di più cause concorrenti può instaurarsi soltanto tra una pluralità di comportamenti umani colpevoli».

I precedenti

Oltre ad essere ormai condiviso dalla giurisprudenza maggioritaria (cfr. Cass. n. 28811 del 2019; Sez. 3 -, Ordinanza n. 20836 del 21/08/2018; Sez. 3, Sentenza n. 8995 del 06/05/2015, Rv. 635338 – 01; Sez. 3, Sentenza n. 15991 del 21/07/2011, Rv. 618882 – 01), quanto statuito dalla Suprema Corte è coerente anche con quanto previsto dagli artt. 40 e 41 C.P. in materia di rapporto di causalità nella responsabilità civile.

Qualora le condizioni ambientali oppure i fattori naturali che caratterizzano la realtà fisica sulla quale incide il comportamento imputabile dell’uomo non possono dare luogo, senza l’apporto umano, all’evento di danno, l’autore del comportamento imputabile è responsabile per l’intero di tutte le conseguenze da esso scaturenti.

In caso di incertezza sulla rilevanza di un eventuale contributo “con-causale” di un qualsiasi fattore naturale, ne deriva che non si può frazionare la responsabilità in via equitativa, con il relativo ridimensionamento del quantum risarcitorio.

Leggi l’articolo su ASSINEWS

 

In collaborazione con gli Avv. Schiavone e Begani dello Studio Legale Schiavone di Milano

 

Per rimanere aggiornato sulle nuove truffe & inganni visita il sito

Per tutelare i tuoi diritti economici consulta la pagina dedicata che puoi seguire anche su

 




loading…


Assinews