Informazioni per vivere il presente

SINISTRO CAUSATO DA VEICOLO CON TARGA ESTERA

SINISTRO CAUSATO DA VEICOLO CON TARGA ESTERA Cosa fare se in Italia si rimane vittime di un sinistro causato da un veicolo straniero con targa estera?

Clicca il pulsante che preferisci per condividere l’articolo sui Social Network

A questa domanda in molti si saranno trovati a dover rispondere, specialmente nel periodo estivo in cui tantissimi turisti arrivano in Italia direttamente con la propria autovettura. In questi casi non è infatti possibile utilizzare la procedura ordinaria denunciando il sinistro alla propria compagnia, né tanto meno è percorribile la strada di richiedere il risarcimento alla Compagnia estera in quanto comporterebbe dei costi e delle difficoltà non accettabili.

Per tali ragioni, è stato istituito dal nostro ordinamento un Ente apposito, chiamato a ricevere e gestire le denunce dei sinistri con veicoli immatricolati all’estero. Tale Ente è l’Ufficio Centrale Italiano (spesso abbreviato in UCI) ed è regolato dagli artt. 125 e 126 del Codice delle Assicurazioni Private (D.Lgs. n. 209 del 2005).

La richiesta di risarcimento danni (materiale e/o fisici) e tutta la documentazione necessaria dovranno quindi essere inviati all’UCI, il quale verificherà la copertura assicurativa del veicolo estero e incaricherà una Compagnia assicurativa italiana della gestione del sinistro.

Qualora il veicolo estero risulti assicurato, la Compagnia italiana designata effettuerà le ordinarie verifiche sul sinistro, stimando i danni subiti e formulando un’offerta risarcitoria.

Qualora invece il veicolo estero non risulti assicurato o la garanzia assicurativa non risulti in ogni caso operante, il danneggiato dovrà rivolgersi al Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada.

Un contributo firmato dall’Avv. Petri del foro di Milano

Per rimanere aggiornato sulle nuove truffe & inganni visita il sito

Per tutelare i tuoi diritti economici consulta la pagina dedicata che puoi seguire anche su

 




loading…


Assinews